Soci

Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano

  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano
  • Le G.eMMe pugliesi crescono nel 1° Campus nazionale di Borgo a Mozzano

19 ragazzi delle Misericordie di Andria e Trani tra volontari ed ospiti del CAS “Buona Speranza” in servizio in Toscana

Sono 19 i ragazzi pugliesi partiti alla volta della Toscana per il 1° Campus Nazionale delle G.eMMe delle Misericordie. Dal 28 agosto al 3 settembre, infatti, i giovani e giovanissimi ragazzi del movimento giovanile delle Misericordie d’Italia, sono riuniti a Borgo a Mozzano in provincia di Lucca per svolgere “Servizio” nelle confraternite toscane. Un progetto fortemente voluto dalla Confederazione Nazionale e che vede protagonista la Puglia con una delegazione molto numerosa. Sono infatti 2 i volontari della Misericordia di Trani, 2 i volontari della Misericordia di Andria assieme a 6 ragazzi del servizio civile in corso di svolgimento sempre nella confraternita andriese. La stessa associazione federiciana ha poi deciso di lanciare un progetto nel progetto coinvolgendo ben 9 ragazzi del Centro di Accoglienza Straordinario “Buona Speranza”, con sede in via Vecchia Barletta ad Andria, quale migliore via di integrazione ed operatività sul campo.

G.eMMe, nello specifico, è come detto il movimento giovanile delle Misericordie italiane che si è costituito oltre un anno fa durante l’assemblea nazionale delle Misericordie di San Giovanni Rotondo. Il gruppo è composto da “Confratelli” che vanno dai 16 ai 30 anni. Le G.eMMe sono impegnate a svolgere il proprio servizio in alcune Misericordie della provincia di Lucca, contribuendo alle normali attività delle Confraternite. I giovani, poi, hanno anche visitato altre realtà di servizio della città di Lucca, come, ad esempio, “Daccapo” il sistema di riuso solidale della Caritas ed “Il villaggio del Fanciullo”. Il campus è proseguito con la partecipazione dei ragazzi a MiThink il Meeting delle Misericordie della Toscana sempre a Borgo a Mozzano.

«Una bella opportunità per i nostri giovani per quelli che sono il futuro vero e concreto del nostro movimento – ha detto Gianfranco Gilardi, Presidente della Federazione delle Misericordie di Puglia – abbiamo anche deciso di cimentarci in un progetto nel progetto che permette una reale e tangibile integrazione di ragazzi giovani e giovanissimi ospiti del CAS presente nella Città di Andria. Loro, assieme ai nostri bellissimi ragazzi che fanno di volontariato e servizio una grande passione, stanno vivendo una grande opportunità di crescita per la loro vita e per il nostro movimento pugliese».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *