Soci

“Andria uniamoci ed aiutiamoci”: parte la raccolta e la distribuzione porta a porta di generi di prima necessità

“Andria uniamoci ed aiutiamoci”: parte la raccolta e la distribuzione porta a porta di generi di prima necessità

Da una idea di tre cittadini Graziano Scamarcio, Anna Conversnao e Riccardo Santoro con il coinvolgimento fattivo della Misericordia di Andria

«L’iniziativa è partita proprio così uniamoci ed aiutiamoci. Così amichevolmente abbiamo pensato di unire le nostre forze ed il nostro buon senso, per aiutare molte famiglie bisognose». E’ questo lo scopo dell’iniziativa voluta da tre cittadini andriesi, Graziano Scamarcio, Anna Conversano e Riccardo Santoro che hanno scelto di coinvolgere anche la Confraternita Misericordia di Andria per effettuare una raccolta di generi di prima necessità da distribuire per i più bisognosi. Per questo è nato un gruppo Facebook “Andria, Uniamoci ed Aiutiamoci”, ormai da qualche giorno e che conta già migliaia di contatti, atto a diffondere la partecipazione dei molti a questa raccolta e altresì a raccogliere i vari aiuti di gente che chiede in lacrime un aiuto.

Martedì 31 marzo una prima giornata di raccolta dalle 10:00 alle 12:00 presso la sede della Confraternita Misericordia di Andria in Via Vecchia Barletta 206: «I doni offerti dai cittadini andriesi – ci spiegano gli organizzatori – i quali stanno rispondendo in gran numero, offrendosi anche disponibili fisicamente sia alla distribuzione che alla raccolta a domicilio in ausilio ai volontari giallociano della Misericordia. Il nostro è un gesto amorevole, che vuole aiutare in concreto i tanti casi più disperati di Andria, i quali in questo periodo di Coronavirus, si trovano fermi, senza lavoro e senza percepire un soldo per cibarsi».

La raccolta di generi di prima necessità, pasta, riso, farina, lievito, legumi, latte, biscotti, salsa, pelati, scatolame, olio, omogeneizzati, pannolini per bambini, prodotti per l’igiene personale e della casa. Ovviamente tutte queste cose devono necessariamente essere integre non scadute o prossime alla scadenza e consegnate da persone munite di mascherina e guanti. Nulla di aperto potrà essere accettato. No frutta, No verdura, No indumenti, No giocattoli, No passeggini e cose simili, No oggetti di vario tipo.

«Stiamo lavorando alacremente in questi giorni h24 per assicurare con i nostri volontari giallociano un contributo fattivo al superamento dell’emergenza – ha spiegato Angela Vurchio Governatrice della Misericordia di Andria – continuano tutti i servizi di emergenza urgenza, trasporto, assistenza alla popolazione e qualsiasi altra necessità emersa. Abbiamo un volontario in Lombardia in ausilio alle squadre dell’emergenza urgenza. Continuiamo a consegnare anche i beni di prima necessità che abbiamo già raccolto. Ma nonostante questo, quando siamo stati coinvolti da Anna, Graziano e Riccardo in questa iniziativa, abbiamo subito risposto presente così da poter dare un nostro contributo ancor più importante al prossimo così come da nostra mission». Sarà anche possibile richiedere un ritiro a domicilio del materiale richiedendolo direttamente sul gruppo facebook “Andria, Uniamoci ed Aiutiamoci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *