Comunicati

“ContaAmare”: anche la Misericordia di Andria partecipa all’iniziativa del Calcit

“ContaAmare”: anche la Misericordia di Andria partecipa all’iniziativa del Calcit

11 ragazzi affetti da patologie oncologiche dalla Bielorussia  dal 4 settembre per vivere un’esperienza d’amore

Il 2019 rappresenta il trentacinquesimo compleanno del Calcit Andria. In questi mesi sono stati organizzati tanti eventi che hanno riannodato il filo del rapporto di impegno civile con il territorio. «Abbiamo deciso di tenerci per ultimo il progetto più importante, per fare qualcosa anche per chi viene da molto lontano». Scrive il Calcit in una nota.

«A partire dal 4 settembre e fino al 15, ospiteremo undici minori di età compresa fra i 9 e i 13 anni provenienti dalla Bielorussia. Questi ragazzi sono affetti da patologie oncologiche in fase di remissione clinica. Abbiamo chiamato questo progetto Contamare, perché l’amore e l’esperienza che doneremo a questi ragazzi rimarrà indelebile nella loro e nella nostra memoria. Le mani che tenderemo verso questi ragazzi sono tante e saranno tutte impegnate in questo progetto: sono le mani del CALCIT, quelle della Associazione Giorgia Lomuscio, quelle della Confraternita Misericordia Andria, quelle della GABB (Gruppo accoglienza bambini bielorussi) e quelle del Rotary Club Andria Castelli Svevi. Cinque realtà dell’associazionismo, del volontariato e dell’impegno civile che vogliono dare un aiuto concreto a ragazzi che forse non potranno più permettersi un viaggio nella parte fortunata del nostro continente. Assieme a questi cinque soci, ci daranno supporto anche gli amici andriesi del Vespa Club e l’associazione Amiche per le amiche.

Accompagneremo i ragazzi bielorussi fra i sapori, i colori e i profumi della nostra terra. Li condurremo a scoprire il significato della cura delle nostre campagne, osserveranno la sapienza del nostro artigianato e scopriranno come nasce il confetto, il gelato, il vino. Vedranno da vicino cosa può fare la determinazione di chi vuole avere una seconda possibilità nella sua vita. Scopriranno la nostra storia e le bellezze architettoniche e culturali fatte dalle donne e dagli uomini che ci hanno preceduto. Gli diremo una volta in più che la malattia non è che una tappa della vita, da combattere e superare. Loro lo sanno già, perché ne stanno venendo fuori. Noi gli riempiremo gli occhi e il cuore.

Abbiamo bisogno di ogni supporto possibile. Il progetto si sosterrà solo e soltanto con le nostre forze. Ce ne vorranno tante. Ogni aiuto è prezioso: abbiamo organizzato per il 5 e il 13 settembre due eventi di festa in cui vi invitiamo a raggiungerci presso la Tenuta Vigna del Noce, dove i ragazzi saranno ospitati. Ci prenderemo carico del progetto con le nostre forze, ma ogni aiuto e prezioso. Giovedì 5 settembre accoglieremo i ragazzi, in una giornata di festa, una grigliata per festeggiare con loro l’inizio dell’autunno. Il 13 settembre invece li saluteremo con un momento di grande atmosfera, con una serata sotto le stelle, che osserveremo con un telescopio. Sono momenti nei quali potrete sostenerci e vivere un’esperienza fuori dal comune. Chi lo vorrà potrà accompagnarci per gli altri giorni in cui i ragazzi saranno nostri ospiti. Vedrete di persona la loro forza e – ne siamo certi – tornerete a casa con il cuore felice».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *