Comunicati

Due ambulanze bruciate della Misericordia di Martina Franca: la condanna e la solidarietà della Federazione di Puglia

  • Due ambulanze bruciate della Misericordia di Martina Franca: la condanna e la solidarietà della Federazione di Puglia
  • Due ambulanze bruciate della Misericordia di Martina Franca: la condanna e la solidarietà della Federazione di Puglia
  • Due ambulanze bruciate della Misericordia di Martina Franca: la condanna e la solidarietà della Federazione di Puglia
  • Due ambulanze bruciate della Misericordia di Martina Franca: la condanna e la solidarietà della Federazione di Puglia

Gilardi: «Atto deplorevole in un momento drammatico, stiamo cercando soluzioni per aiutare concretamente la Confraternita»

Un atto deplorevole che assume un carattere ancor più disastroso in un momento così delicato per l’intera nazione e che priverà di importanti servizi una città come Martina Franca. E’ accaduto infatti nella notte che malviventi hanno incendiato, distruggendole completamente, due ambulanze della Misericordia di Martina Franca in servizio in città per tutti i servizi offerti dalla confraternita alla comunità di assistenza alla popolazione. Un gesto spregevole che la Federazione delle Misericordie di Puglia condanna fermamente con l’auspicio che le forze dell’ordine riescano rapidamente a trovarne i colpevoli. Resta la grande amarezza perché quando si distruggono mezzi salvavita come le ambulanze o mezzi della protezione civile, si distrugge un pezzo di tutti noi, un pezzo di comunità, un pezzo di servizio. Un servizio che naturalmente i volontari della Misericordia di Martina Franca ora potranno fare con molta più difficoltà. Dalla Federazione pugliese delle Misericordie la massima solidarietà al Governatore Lorenzo Massafra ed a tutti i volontari giallociano di Martina Franca.

«La Federazione – ha spiegato il Presidente Gianfranco Gilardi – sta già cercando soluzioni per aiutare concretamente la consociata per riprendere rapidamente tutti gli importanti servizi svolti in questa emergenza da Coronavirus. Ci auguriamo che vi sia anche un grande moto di solidarietà da parte di tutta la comunità martinese e non solo. Ci auguriamo anche che vi sia la rapida individuazione di chi ha compiuto questo gesto insano. I sacrifici di una vita per donare speranza al prossimo – ha concluso Gilardi – vanificati da balordi che nulla hanno a che fare con la nostra meravigliosa terra».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *