Soci

“Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport

  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport
  • “Maldafrica”: tra canti, balli e poesie la festa dell’integrazione al Palasport

Presentazione lunedì scorso del progetto di Misericordia e New Asincrono

L’emozione la vedi direttamente nei loro occhi, la senti nei toni dei canti, la vivi ascoltando la musica prodotta con semplicità ed armonia. “Maldafrica” s’intitola il laboratorio musicale, che diverrà stabile dopo questa prima fase, ed ideato da Confraternita Misericordia di Andria e New Asincrono per gli ospiti del Centro di Accoglienza Straordinaria “Buona Speranza” di Andria. Un centro di accoglienza che da poco più di un anno lavora ininterrottamente per l’accoglienza di migranti in attesa di valutazione della propria posizione sul suolo italiano, un centro gestito dalla Misericordia e che ha scelto di fare dei laboratori e delle idee innovative un vero e proprio stile di accoglienza. La presentazione è avvenuta lunedì sera all’interno dell’ex mattatoio comunale ormai trasformato in centro culturale.

Recuperare e canalizzare proprio questa capacità nell’ottica di integrazione e formazione in storie che si intrecciano in un potpourri di vite e sofferenze, ma anche di grande umanità e potenzialità. L’idea nata dall’incontro di diverse esperienze e con il coordinamento del direttore artistico Saverio Zagaria, ha previsto oltre 150 ore di lezione in studio, diverse collaborazioni ed esibizioni tra estate ed inizio autunno, sino allo spettacolo “Maldafrica”, che andrà in scena il 20 ottobre prossimo con ingresso gratuito all’interno del Palasport di Corso Germania ad Andria.

Cinque mesi di lavorazione per giungere all’emozione della prima volta. Apertura cancelli alle 20,30 e sipario previsto per le 21. Inviti da poter ritirare presso diversi punti tra Andria e Barletta. Diversi i musicisti italiani coinvolti nel progetto, musicisti che hanno lavorato alacremente ed intensamente per assicurare supporto e formazione ai ragazzi partecipanti al laboratorio.

Essenziale anche il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Andria oltre che del Centro Teatro Danza di Dora Martinelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *